EXPO 2020 – Iscrizione artisti aperte!!

Artists

ITER

ITER Magazine

L’International Tattoo Expo Roma ha mosso i suoi primi passi nel 2000, quando sia in Italia che in Europa ancora non era neanche ben definito il concetto di “tattoo convention”. La “consorella” manifestazione milanese aveva da pochi anni mosso i primi passi ma già si sentiva in Italia il bisogno di una manifestazione che potesse raccogliere le aspettative di un vasto publico che trovava geograficamente scomoda la location meneghina. All’inizio di questo secolo il tatuaggio in Italia iniziava a diffondersi ed a suscitare interesse ma era ancora ben lontano da ciò che rappresenta ora nel nostro paese e nel mondo e la nostra manifestazione ha sempre lavorato con l’intento di dare una professionalità, allora sconosciuta, a questo magnifico e variopinto mondo fatto di pelle e di inchiostri.

La voglia costante di offrire al pubblico un prodotto sempre più fruibile ed interessante ha fatto si che la manifestazione sia ormai un modello di riferimento nel panorama mondiale ed estremamente appetibile per tutti coloro che hanno attività che gravitano intorno al mondo del tatuaggio. Notevole, infatti, la presenza di tattoo supplies che rappresentano il meglio per quanto riguarda la produzione di materiale per il tatuaggio. A seguito di questa continua ricerca del miglioramento sia nel campo dell’offerta puramente artistica che in quello inerente a tutto ciò che è necessario a livello strettamente materiale per eseguire i tatuaggi è stata logicamente consequenziale e necessaria la trasformazione da semplice manifestazione di tatuaggi a contenitore artistico nel senso più allargato del termine.

Prendendo le mosse dalla voglia di creare qualcosa di unico e di non ancora visto nel panorama mondiale ci siamo ritrovati a stabilire quelli che adesso sono degli standard minimi per l’organizzazione di una manifestazione di caratura internazionale.

 La nostra è stata la prima manifestazione italiana del settore ad essere tenuta in un hotel, offrendo così servizi e comodità sia per il pubblico che per gli artisti partecipanti.

La serietà e la passione con cui abbiamo sempre affrontato l’organizzazione della manifestazione ha fatto si che la crescita fosse costante ed esponenziale: siamo passati dai circa 50 artisti presenti alla prima edizione ai 500 che animeranno la ventunesima edizione che si terrà a maggio del 2020. Il lavoro certosino nella ricerca degli artisti migliori a livello internazionale è stato, negli anni, premiato da una crescita costante di pubblico che ha raggiunto in alcune manifestazioni la ragguardevole cifra di circa 18.000 visitatori nell’arco delle tre giornate della manifestazione.

 La prima manifestazione a vantare collaborazioni con case editrici di caratura internazionale come Drago publishing.

 La prima manifestazione ad inserire artisti esclusivamente dedicati al PMU e microbleding.

 La prima manifestazione ad istituire dei “tattoo contest” per premiare gli artisti usando regolamenti, modalità e premi che ora sono una consuetudine in qualunque tattoo convention degna di tale nome.

 La prima manifestazione ad andare in diretta sulle web radio.

 La prima manifestazione ad offrire al pubblico degli spettacoli ed intrattenimenti durante tutto l’arco della giornata con un palco appositamente dedicato.

 La prima manifestazione ad ospitare mostre di artisti legati al mondo del tatuaggio e non con la partecipazione di artisti contemporanei di livello internazionali e blasonate gallerie d’arte contemporanea.

Notevole l’interesse suscitato sulle reti televisive nazionali che non mancano mai all’appuntamento anche per intervistare i numerosi personaggi che intervengono alla
500 artisti da tutto il mondo che partecipano ad ogni edizione 30/40 tattoo suppliers e vendors in aree appositamente dedicate 4/8 food truck in aeree dedicate per offrire ad espositori e pubblico una scelta
Logicamente questa crescita ha creato l’esigenza di avere location sempre più prestigiose e capienti anche in funzione della necessità di metrature importanti.

Dal 2019 la Fiera di Roma ospita la manifestazione che da quest’anno occupa interamente due padiglioni di circa 18.000 mq più le ampie aree antistanti all’entrata.
Alcuni dei personaggi che visitano costantemente la manifestazione: Radja Nainggolan, Daniele De Rossi, Asia Argento, Martin Castrogiovanni e Marco Materazzi solo per citare i più “assidui”.

Altissima anche la copertura da parte della stampa di settore e non che ci gratificano con numerosi articoli sulle maggiori testate nazionali consacrando la manifestazione come polo culturale ed artistico nel settore del turismo alternativo.

D.

 

The Expo

Buy Tickets